URP

Cultura e Tradizione


Comune di Marta, Powered by Joomla! Joomla 1.6 Templates by SiteGround
Benvenuti nel Comune di Marta (VT) - Sito Ufficiale
Ripristino potabilità acqua acquedotto comunale PDF Stampa E-mail
Scritto da Zampiglia Claudio   
Mercoledì 21 Giugno 2017 09:20

Ordinanza ripristino potabilità acqua acquedotto comunale a seguito di nuovi valori parametri arsenico.-

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (ordinanza potabilità acqua.pdf)RIPRISTINO POTABILITA' ACQUA ACQUEDOTTO105 Kb
 
COMUNICATO PROBLEMATICA PORTO PDF Stampa E-mail
Scritto da Zampiglia Claudio   
Martedì 06 Giugno 2017 11:21

COMUNICATO

In merito alla problematica insorta sull’utilizzo degli spazi acquei per ormeggio natanti nel porto di Marta, si porta a conoscenza degli utenti che la Regione Lazio, con nota del 30.05.2017 n.274634 ha diramato “direttive e modalità di rilascio della concessione per l’uso esclusivo dello spazio acqueo all’interno dei porti presenti sul Lago di Bolsena, nei Comuni di Capodimonte, Marta e Bolsena, da adibire per l’ormeggio e lo stazionamento delle unità da diporto e professionali”. Con tale nota si evidenzia e si precisa che spetta ai Comuni “la mera istruttoria delle domande pervenute per la concessione di posti barca al fine di formarne la graduatoria e alla Regione “il rilascio della concessione con relativo contrassegno”, precisando che tali disposizioni non possono essere modificate o interpretate autonomamente da soggetti diversi dalla Regione stessa. Con tale nota si precisa altresì’ che i posti barca disponibili vanno riferiti alla planimetria approvata con la delibera di Giunta Regionale n.3784/1990 e ad esse allegata, dove per il porto di Marta erano disponibili circa 90 posti. Ciò in netto contrasto con la delibera della Provincia di Viterbo n.180 del 15.06.2006, alla quale erano state delegate le funzioni in materia di porti lacuali, funzioni rimaste in essere fino alla abolizione delle provincie, dove si attribuivano ai tre porti del Lago di Bolsena 200 ormeggi ciascuno.

Ora, alla luce di quanto sopra evidenziato:

-non avendo il Comune di Marta alcuna competenza in materia;

-avendo ottenuto il diniego da parte della Regione al posizionamento dei pontili galleggianti per l’attracco;

-non avendo alcuna certezza sulla quantità di posti barca utilizzabili all’interno dello specchio d’acqua portuale;

-essendo ormai compromessa la stagione turistica con gravi danni all’economia locale e di immagine per il Comune stesso;

con delibera di Consiglio Comunale n.20 del 01.06.2017 ha rimesso tutta la problematica alla Regione Lazio, sollevando il Comune di Marta da qualsiasi responsabilità ed ingerenza oltre che da eventuali oneri a qualsiasi titolo derivanti dallo specchio d’acqua e/o porto in questione demandando al controllo e gestione dello stesso la struttura regionale del Lazio competente.

Per quanto sopra esposto questo Ente ritiene opportuno procedere al rimborso delle eventuali somme già pagate da parte degli utenti per l’assegnazione del posto barca anno 2017 invitando a presentare richiesta mediante il modulo predisposto(vedi allegato).

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (modulo richiesta rimborso.pdf)MODELLO RICHIESTA RIMBORSO213 Kb
 
INIZIATIVE SULL'AMBIENTE PDF Stampa E-mail
Scritto da Zampiglia Claudio   
Martedì 30 Maggio 2017 09:22

Il 3 e 4 giugno prossimi si terranno a Marta due incontri con l'intento di sensibilizzare e analizzare le problematiche della pesca e dell'inquinamento del lago in occasione della giornata mondiale  per l'ambiente. Vedi le locandine allegate.-

 

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (giornate ambiente.pdf)GIORNATE DELL'AMBIENTE3099 Kb
 
PAGAMENTO TARIFFE PORTUALI 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Zampiglia Claudio   
Venerdì 19 Maggio 2017 07:00

Facendo seguito alla approvazione della graduatoria degli assegnatari dei posti barca anno 2017, SI COMUNICA CHE IL PAGAMENTO DELLA RELATIVA TARIFFA E' MOMENTANEAMENTE SOSPESO FINO A NUOVE DIRETTIVE CHE SARANNO PUBBLICATE SU QUESTO SITO WEB.

 
IMU 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Zampiglia Claudio   
Mercoledì 17 Maggio 2017 10:19

IMU 2017

 

Il versamento dovrà essere effettuato il 16 giugno 2017 in acconto e il 16 dicembre 2017 a saldo.

 

Con delibera del Consiglio Comunale n. 10 del 31.03.2017 sono state stabilite le aliquote. DELIBERA IMU 2017

 

 

1) L’abitazione principale è esente per legge

(con esclusione delle categorie catastali A/1 –A/8 e A/9 con aliquota 4);

Il comma 10 a) e b)  dell’art. 1 della L. n. 208/2015 ha previsto  una riduzione  della base imponibile  del 50%  per gli immobili  concessi in comodato gratuito  dal soggetto passivo  ai parenti in linea retta  entro il primo grado e per usufruirne devono ricorrere i seguenti requisiti:

-  l’immobile oggetto di comodato non deve essere di categoria catastale  A/1, A/8 e A/9;

- il comodatario deve utilizzare l’immobile ricevuto in comodato come “abitazione principale” e cioè risiedervi anagraficamente e dimorarvi abitualmente; godono dell’agevolazione anche le pertinenze ricadenti nelle categorie catastali C/6, C/2 e C/7, nella misura di una per ogni categoria catastale;

- il comodante deve risiedere anagraficamente e dimorare abitualmente nello stesso Comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato;

- il comodante non deve possedere altri immobili ad uso abitativo in Italia ad eccezione della propria abitazione principale, ove risiede anagraficamente e dimora abitualmente, di categoria non di lusso, situata nello stesso Comune in cui si trova l’immobile concesso in comodato;

- il contratto di comodato, in forma scritta o verbale, deve essere regolarmente registrato all’Agenzia delle Entrate.

Il possesso di tutti i suddetti requisiti, per godere della riduzione della base imponibile, dovrà essere attestato mediante l’ordinaria dichiarazione IMU da presentare, per il 2017, entro il 30/06/2018.

2) tutti gli immobili diversi dall’abitazione principale e pertinenze aliquota 10.60

3) aree edificabili 4.60

 

Sono esenti:

- i fabbricati strumentali;

- i terreni agricoli Circolare del Ministero delle Finanze  9 del 11/06/1993;

LA TASI NON E' DOVUTA

Vai al calcolo

Puoi anche effettuare il calcolo personalizzato IMU 2017.

Ai fini del calcolo personalizzato IMU, si prega di verificare la correttezza degli immobili caricati, relativamente alla rendita catastale, alla percentuale e ai mesi di possesso in quanto il Comune potrebbe non essere in possesso dei dati aggiornati.

In caso di errori, mettersi in contatto con il l’Ente al fine di comunicare le variazioni e far rettificare gli archivi anche via mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Vai al Calcolo Personalizzato

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (delibera IMU.pdf)DELIBERA IMU 2017103 Kb
Ultimo aggiornamento Mercoledì 17 Maggio 2017 10:50
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 6

PEC

 

Meteo


Raccolta differenziata